Rimedi naturali per la dermatite seborroica: aromaterapia, fitoterapia, gemmoterapia

La dermatite seborroica, o eczema seborroico, è una dermopatia infiammatoria che si manifesta nelle regioni ricche di ghiandole ssebacee: capillizio, volto, dietro le orecchie, regione interscapolare, grandi pieghe cutanee. E’ caratterizzata da lesioni squamose (squame secche). A livello delle pieghe cutanee appare più accentuato l’aspetto eritematoso, dovuto a fenomeni di macerazione e sovrapposizione microbica o miotica. La visita medica è sicuramente indicata nella dermatite seborroica persistente.

Fitoterapia

(Trattamento raccomandato come prima scelta e di prescrizione sistematica)
Aloe: applicare un gel di Aloe al risveglio e alla sera, prima del riposo notturno. Bere 2 cucchiaini di succo di Aloe a colazione, insieme a yogurt o succo di frutta.
Formulazione di piante medicinali
Tinture madri di:

  • Arctium lappa (bardana)
  • Cynara scolymus (carciofo)
  • Viola tricolor

40 gocce 3 volte al giorno, in un po’ d’acqua, un quarto d’ora prima dei pasti, per cicli di 3 mesi. La formulazione viene preparata dal farmacista mescolando le tinture madri in parti uguali.
Azione:

  • Il carciofo svolge un’azione di drenaggio epatico.
  • La bardana ha un’attività depurativa generale, utile in molte manifestazioni dermatologiche come acne, forfora, seborrea, eczema.
  • La viola depura la cute, completando l’azione della bardana

 

Aromaterapia

(trattamento specifico indicato in Medicina Naturale)
Bergamotto (olio essenziale): 5 gocce 1 volta al giorno, in un cucchiaino di miele, lasciando sciogliere lentamente in bocca.
Limone (olio essenziale): 5 gocce una volta al giorno, in un cucchiaino di miele, lasciando scogliere lentamente in bocca.

Gemmoterapia

(trattamento particolarmente efficace)
Betula pubescens: 50 gocce in un po’ d’acqua al mattino. La scorza interna della radice di betulla ha un’azione depurativa generale.
Ulmus campestris: 50 gocce, in un po’ d’acqua, alla sera. Il gemmo derivato ottenuto dall’olmo manifesta un organo tropismo spiccato per la cute, normalizzando la secrezione delle ghiandole sebacee.